comunicato stampa mondoscuola scritto da altri

Licei e tecnici i più gettonati nelle iscrizioni. In calo i professionali

scuola

Crescono le iscrizioni ai licei e ai tecnici, calano in misura significativa quelle agli istituti professionali. E diminuiscono sensibilmente le iscrizioni alle scuole materne. La causa? «Il crollo dell’immigrazione di nuclei famigliari di origine straniera» dice il provveditore Patrizia Graziani.
Gli andamenti delle iscrizioni scolastiche sono stati analizzati nel l’incontro in Provveditorato tra amministrazione scolastica e sindacati sugli organici.

È il segretario provinciale di Flc Cgil, Massimiliano De Conca, a riferire alcuni dati, non mancando di esprimere qualche preoccupazione. «Sono in calo le iscrizioni alla scuola d’infanzia (circa 300 alunni in meno), con conseguente perdita, almeno al momento, di 5 sezioni (Ceresara, Castel Goffredo, Pegognaga, San Benedetto e IC Suzzara 2). Il contingente per le elementari cresce di 8 posti di lavoro, anche se il saldo delle iscrizioni è pressoché invariato».

Aumentano le iscrizioni alle medie (da 11.203 a 11.333), mentre sono stabili nelle superiori (14.339 iscritti nel 2017). «Nelle superiori occorre registrare l’aumento nei licei (oltre la nuova sezione di indirizzo sportivo del Belfiore, il liceo d’Este ha 3 nuove classi, l’artistico Giulio Romano cresce di 2) – dice De Conca – si rinforzano alcuni tecnici (il Fermi aumenta di 1 classe pur perdendone 1 al liceo, il d’Arco aumenta di 2 il Galilei di Ostiglia di una ma lo Strozzi di Mantova ne perde una), mentre sono in calo le iscrizioni ai professionali che perdono diverse classi (il Greggiati di Ostiglia/Poggio Rusco perde 3 classi dell’alberghiero, l’Ipa di Gazoldo perde 2 classi, così come ne perde 2 l’ex Ipsia “Vinci”». Da qui le preoccupazioni della Cgil per gli organici: «Questo quadro avrà ripercussioni sugli organici delle superiori».
«Nelle materne ci saranno sezioni perché sono diminuiti i bambini – precisa la Graziani – e i posti che si perdono nelle materne verranno recuperati alle elementari e non solo. Allo stato attuale non si possono però fare previsioni precise sugli organici di fatto. Posso dire, tuttavia, che si sta lavorando in tutta Lombardia presumendo il mantenimento degli stessi numeri».

 

Da La Gazzetta di Mantova

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: