mondoscuola scritto da altri

La storia si complica

storia

La storia è sempre al centro di tutti i disegni di riforma politico-culturale di un Paese, perché attraverso la sua interpretazione ed il suo insegnamento è possibile veicolare la formazione di giovani generazioni. Interessantissime a questo proposito le riflessioni di Tullio De Mauro su Internazionale.

Tullio De Mauro

A destra piacciono le sue idee, anche se ne mostrano limiti e veri errori di fatto e gli si rimprovera il ritorno a una scuola deliberatamente classista. Qualcuno non si perde in critiche particolari. Jean-Claude Dupas, ex rettore dell’università di Lille, storico della letteratura e del teatro, nel suo blog (Le Monde, 23 novembre) ricorda il pensiero esposto da Nicolas Condorcet nel 1792 all’Assemblée nationale sull’instruction publique generalizzata. Senza questa persisterà sempre la distinzione in due classi: “Quella delle persone che ragionano e quella delle persone che credono a opinioni altrui. Celle des maîtres et celle des esclaves”. E, si sa, è difficile liberare gli schiavi che si credono liberi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: