letture

Cristovão Tezza, La caduta delle consonanti intervocaliche [Fazi Editore, 2016]

Cristovão Tezza, La caduta delle consonanti intervocaliche [Fazi Editore, 2016]

Tolta la curiosità per il titolo iniziale, il libro di Cristovão Tezza (La caduta delle consonanti intervocaliche, Fazi Editore, 2016) non è un capolavoro, piuttosto uno specchietto per le allodole, per quei lettori snob che dietro un titolo così ricercato sperano di trovare delle illuminazioni narrative che, ahimé, non ci saranno …La storia si sviluppa in poche ore, dal risveglio fino all’appuntamento per la celebrazione del pensionamento, ed ha un unico protagonista, il professore Heliseu da Silva, ordinario di filologia romanza che -nell’affrontare per l’ultima volta il rito quotidiano della routine lavorativa- prepara il discorso del suo congedo scavando fra i ricordi sparsi della sua vita.
La situazione gli permette di fare i conti con gli entusiasmi e le delusioni amorose, le spinte politiche, il difficile rapporto con un figlio omosessuale scappato dalla casa paterna.
Del resto il pretesto della storia della lingua portoghese, segnata appunto dalla “caduta delle consonanti intervocaliche” a cavallo fra il IX e l’XI secolo, gli permette di ripercorrere gli eventi più importanti della sua vita, in parallelo con quella del suo Paese.

Pur rappresentato come una sorta di romanzo di crescita, La caduta delle consonanti intervocaliche tuttavia stagna in più punti, diventando a tratti accademico, piuttosto che drammatico: la figura di Heliseu è piatta e monotona, quasi irritante. Il suo passato si presenta come una processione di occasioni mancate, a cui solo la morte del protagonista sarà in grado di dare la giusta vivacità.
Soprattutto la sua figura è molto lontana da quella di Stoner, vero successo in questo momento della casa editrice Fazi.

Molto probabilmente se avesse manenuto il titolo brasiliano originale (O professor) il libro non avrebbe avuto lo stesso successo -ingiustificato!- di pubblico che ha avuto. Ah, i filologi … ci vuol poco a prenderli per una nasale!!!

Leggi la scheda sul sito di Fazi Editore-

Leggi altre recensioni, anche di diverso avviso, in
- La Nazione Indiana
- ItacaNotizie 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: