mondoscuola scritto da altri

Dispersione scolastica: un problema ancora attuale

SCUOLA:STUDENTI IN CLASSE E GENITORI FUORI DALLA SCUOLA.ATT.PEREGO - SCUOLA ELEMENTARE DI VIA NOE - Fotografo: FOTOGRAMMA - dispersione scolastica

La legge 107/15 disegna una scuola muta rispetto al suo ruolo nella società contemporanea e conflittuale al suo interno per il ritorno a pratiche burocratiche e gerarchiche. Si conferma la completa estraneità di questo governo alle tematiche dell’obbligo di istruzione e dell’assoluta necessità di elevare i livelli di istruzione ulteriormente. Non è un caso che la quasi totalità delle risorse per combattere la dispersione provengano dai Fondi Europei, aggiuntivi rispetto alle politiche ordinarie. Le scelte operate dal governo nella legge 107/15 e nel Jobs Act rappresentano un pesante attacco alla scuola basato su presupposti infondati (la scuola come prima responsabile della disoccupazione giovanile) e arcaici (la scuola come strumento del mercato del lavoro mediante la programmazione dei flussi della manodopera “istruita”). Contro questa deriva la Flc Cgil continuerà il lavoro di protesta e proposta insieme ai lavoratori della scuola, agli studenti, alle famiglie e alle altre organizzazioni sindacali.

Di Gigi Caramia (FLC CGIL) da Rassegna sindacale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: