cultura

Accadde ieri: 4 gennaio 1912, nasce Gianfranco Contini

carta d'identità di gianfranco contini

Soltanto chi non ha mai studiato la letteratura italiana, di qualunque epoca, ignora chi sia stato e per certi versi è ancora Gianfranco Contini, il più “elegante”, controverso, profondo ed innovatore della critica letteraria italiana.

Nato da un ferroviere in un paese di confine, Domodossola, Gianfranco Contini è stato allievo del Collegio Ghislieri, docente della Scuola Normale di Pisa, e maestro di una varietà di filologi e critici italiani che ancora oggi fanno scuola.

Le sue edizioni delle rime di Dante e Petrarca (prima metà del ‘900), la letteratura italiana in più volumi, l’esegesi di Montale e della poesia novecentesca, la teoria delle varianti e delle ipotesi di lavoro, sono soltanto alcuni aspetti di questa figura prolifica e poliedrica nel panorama italiano.

Contini, insieme a Cesare Segre ed Aurelio Roncaglia, è sicuramente una delle figure più importanti del panorama critico letterario mondiale.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: