attualità scritto da altri

Cgil all’attacco

2534042749Le nuove (presunte) regole sul lavoro innescano però la reazione di Susanna Camusso, segretario Cgil, che a Matrix dice: «Siamo disposti a discutere di un contratto unico, ma prima bisogna abolire il decreto sul lavoro che prevede contratti a termine senza causale per tre anni». La leader sindacale sostiene che «si è fatto esattamente l’opposto di quello che lo stesso premier dichiarava: si è creata un’altra forma di precarietà». Un pacchetto di cui «siamo preoccupati e contrari» dice poi Camusso. «Se questo contratto sostituisse tutte le forme di contratti precari, sancirebbe il fatto che non ci sarebbe nessuna regola e non mi pare una buona soluzione».
Quanto alla concertazione Camusso chiarisce:«I rapporti con il presidente Renzi sono, dal punto di vista delle relazioni con le parti sociali, inesistenti. Mi pare che abbia affermato in varie occasioni che non intende incontrarle tanto che alle richieste di Confindustria ha risposto che invece dei tavoli gli mandassero delle mail».
E alla domanda se la Cgil proverà a chiedere un incontro al premier risponde ironicamente: «Non lo richiederemo via mail e nemmeno via Twitter».
[leggi l’articolo su Il Corriere]
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: