letture sport

Tennis [John McPhee, Adelphi 2013]

tennis mcphee

Più che la storia del tennis, questo pezzo giornalistico di John McPhee [curato da Matteo Codognola, a cui si deve un saggio finale] è la storia di un evento particolare della storia del tennis, l’ingresso prorompente di un tennista di colore nel circuito professionistico.

3cdace5ac677ff563287ebdbe24ceee1_w600_h_mw_mh_cs_cx_cyE ancora più nello specifico si parte da una partita fra Ashe e Clark Graebner, simboli di due diversi modi di intendere quello sport. La partita giocata nel 1968 ha segnato l’ascesa di Ashe e l’affermazione di un tennis elegante e fuori dagli schemi rispetto quello meccanico e calcolato del ‘giocatore bianco’.

Ma è anche il pretesto per ripercorrere l’educazione differente dei due campioni, il contesto ‘razzista e razziale’ dell’America degli anni ’60, la figura intraprendente del medico illuminato Robert Walter Johnson, la fatica di arrivare attraverso allenamenti e disciplina.

McPhee ha ripreso la partita, l’ha sezionata, l’ha rivissuta con i due protagonisti ed ha approfittato di ogni piega del gioco per ripercorrere con la scrittura passato e futuro dei due ‘eroi’.

È un libro affresco, figlio di una lunga ricerca e di una particolare accuratezza per i dettagli, un libro che dovrebbero leggere tutti quelli che amano i racconti e l’epica dello sport.

Leggi la recensione su ilPost e su il posto di Antonio

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: